PDA

Visualizza la versione completa : Casco coloniale 1911-12


fimefa
31-12-2009, 16.02.11
Chi compra a fime anno compra tutto l'anno!!!
oggi ho effettuato questo acquisto........preso diretamente nel garage del nipote del soldato.
Posso dichiararmi soddisfatto come fine anno!!!

fimefa
31-12-2009, 16.03.22
.

claudio
31-12-2009, 19.18.13
bello.fai qualche altra foto almeno del da:tu1:vanti

Lafitte
01-01-2010, 10.31.45
:rolley1::rolley1:

Capitano
01-01-2010, 13.14.21
:rolley1::frown1: chi.........a capodanno...........

Lafitte
01-01-2010, 19.09.02
Circa i caschi coloniali della campagna libica se ne parlò in questo topic, forse non in modo esaustivo ma le basi per possibili ulteriori ragionamenti erano già state gettate.

http://www.blitzkriegmilitaria-forum.com/showthread.php?t=8450

Circa il casco postato tutto potrebbe essere ma manca di tutti gli elementi specifici per essere classificato come un copricapo distribuito dall' Intendenza Militare alle truppe impiegate in quel conflitto. :panda1::panda1:

serpico
01-01-2010, 21.56.48
Secondo me è un casco da vigile urbano

Capitano
01-01-2010, 22.09.51
ascaro però!

fimefa
02-01-2010, 11.18.48
che dire.... nel post che mi proponi ci sono due caschi completamente diversi, uno con areatori, l'altro senza, uno con porta napiina l'altro senza, uno con cordone esterno in pelle etc....... potrei continuare x molte altre incongruenze. allora cortesemente mi si spieghi su che basi si arriva a dire che è da vigile urbano?? mettete dei dubbi lecitissimi, xò cortesemente potreste basare le vostre affermazioni. Grazie

Lafitte
02-01-2010, 11.55.24
A suo tempo lecitamente Antonio fece una domanda riguardo il casco coloniale che aveva recuperato e circa il casco ha avuto le risposte, non vedo queste inconguenze di fondo...


dire.... nel post che mi proponi ci sono due caschi completamente diversi, uno con areatori, l'altro senza, uno con porta napiina l'altro senza, uno con cordone esterno in pelle etc....... potrei continuare x molte altre incongruenze.

Mi pare che per il semplice fatto che il casco di color bianco presenti timbri inglesi esclude a priori la sua fabbricazione italiana che ricordo nella campagna di Libia era già ben regolamentata e descritta.
Se invece si notano incongruenze nel modello color "bronzo chiaro" bisognerebbe descriverle perchè personalmente lo trovo da strettissimo regolamento come deve essere e con gli accessori giusti.



cortesemente mi si spieghi su che basi si arriva a dire che è da vigile urbano?? mettete dei dubbi lecitissimi, xò cortesemente potreste basare le vostre affermazioni. Grazie

perchè il casco in questione non è un casco regolamentare per l'esercito italiano in uso in colonia non ne ha le caratteristiche e gli accessori. Ovviamente tutti i caschi simili possono essere trasformati in caschi coloniali in uso in Africa orientale o Settentrionale ma ciò non vuol dire che abbiano paternità italiana.
Rimontare un fregi su un casco simile non è un problema ed infatti spesso se ne vedono di così addobbati, anche ultimamente su e bay ne son girati un paio che hanno riscosso un discreto successo ma nessuno dei due era del modello giusto tant'è vero che han raggiunto cifre che giustificavano il costo delle singole parti, a mio parere comunque in qualche maniera sempre di soldi buttati si tratta.
Non a caso i modelli regolamentari (gli unici che fanno testo) sono ben rari e di scarsissima reperibilità.
Anche i fregi giusto non son affatto comuni anzi... va da se che determinati accessori non stavano sui copricapi solo per far piacere a chi li progettò ma per ben evidenti necessità, il portapiumetto sulla destra ad esempio era necessari per le truppe dei Cacciatori Africa che portavano come segno distintivo il portanappina e il piccolo piumetto, tale caratteristica costaddinstinse tutti i nostri caschi coloniali fino al m.29 che sempre tale accessorio presenta, non certo per soddisfare le necessità dell' 8° Bersaglieri che arrivo in ASI solo nel gennaio 41!!
Idem dicasi per specifici areatori o soggoli indispebnsabili per non perdere il copricapo. :panda1::panda1:

In ogni caso anche l'esemplare da te postato si rivela troppo ben conservato per essere stato utilizzato in qualche ridotta libica. :rolley1::rolley1:

bruno
02-01-2010, 12.42.39
Concordo non trattarsi di un casco coloniale italiano, non rispondendo a nessun canone costruttivo di quelli dati d'ordinanza.

Potrebbe NON essere da Vigile Urbano (peraltro i caschi che ho visto erano differenti, oltre ad avere il fregio, che comunque avrebbe lasciato un'ombra).
Propendo, invece, per un uso reducistico di qualche associazione... Non avendo potuto tenere il casco d'ordinanza, ne acquistò un modello 'similare' da usare nelle manifestazioni e raduni.
Di solito, nelle foto, si vedono caschi di tutti i tipi e di tutte le guerre. 1896-1911-1936...

serpico
02-01-2010, 13.18.28
ascaro però!

:laughing1:......bhe,è chiaro!
A parte gli scherzi,Lafitte ha evidenziato molto bene anche i miei pensieri....:tu1:

Sniper49
03-01-2010, 13.30.59
Riguardo al fatto di un possibile casco da V.U., non sono d' accordo.
Quando ero ragazzo ( anni '50 ), i Vigili avevano i caschi neri in inverno e bianchi in estate, ma le forme non corrispondono al casco postato .
Non mi è dato sapere se fossero ricoperti da una foderina da usare sempre sullo stesso casco o meno .
Di sicuro posso dire che negli ultimi anni, sono stati rivestiti di vilpelle o plastica bianca, in quanto ne ho avuto uno per le mani qualche anno fa .

bruno
03-01-2010, 14.35.58
Riguardo al fatto di un possibile casco da V.U., non sono d' accordo.
Quando ero ragazzo ( anni '50 ), i Vigili avevano i caschi neri in inverno e bianchi in estate, ma le forme non corrispondono al casco postato .
Non mi è dato sapere se fossero ricoperti da una foderina da usare sempre sullo stesso casco o meno .
Di sicuro posso dire che negli ultimi anni, sono stati rivestiti di vilpelle o plastica bianca, in quanto ne ho avuto uno per le mani qualche anno fa .

neanch'io concordo sui caschi da VVUU, che ho sempre visto più simili, per forma, ai mod. 36 oppure più somiglianti a caschi da pompiere, ma essendo prodotti/acquistati su iniziativa comunale, possono avere usato di tutto...
I colori erano 2 (blu scuro/nero e bianco) e per quanto visto non portavano foderine. Devo avere alcune foto d'epoca.... ma dove?

serpico
03-01-2010, 14.59.18
Qualunque cosa sia,sicuramente non è un casco militare,tanto meno utilizzato in Libia nella guerra italo/turca.
Mancano troppi particolari per essere una fornitura militare,prima fra tutte la taschetta sul lato destro del casco.

bruno
03-01-2010, 15.43.49
Qualunque cosa sia,sicuramente non è un casco militare,tanto meno utilizzato in Libia nella guerra italo/turca.
Mancano troppi particolari per essere una fornitura militare,prima fra tutte la taschetta sul lato destro del casco.

:tu1::tu1:

karlfran
03-11-2010, 00.23.50
tarda risposta ma ......il Sottotenente in terra Libica nel periodo

karlfran
03-11-2010, 00.26.27
la coccardina(spostata) fa intravedere il segno del tempo ma ahimè il trofeo non l'ho trovato così ci ho avvicinato questo non Divisionato.
Segni del soggolo...mancante :banghead1:

malavoglia
05-11-2010, 01.56.13
scusate se mi permetto, non sono un esperto di caschi coloniali, ma so che i caschi italiani si contraddistinguono per l'areazione laterale (diverso a seconda dei modelli) e per il taschino per il piumetto; inoltre mi è sempre stato detto che quelli da ufficiale hanno il bordino della falda in pelle, mentre quelli da truppa no. Il fatto che alcuni rechino timbri inglesi significa che non sono (ovviamente) di fabbricazione italiana, anche se è altrettanto vero che gli ufficiali li potevano usare e questa usanza si è avuta anche nei tempi successivi, basterà ricordare il cosidetto modello "Bombay". Anche nella foto del sottufficiale mi sembra di vedere che il casco sia bodato..

karlfran
05-11-2010, 14.18.29
Saluti malavoglia, anche io non sono un espertissimo di coloniale ma al di la degli aereatori sui quali posso darti ragione , il modello con la banda in pelle e/o in tela per Ufficiali e/o truppa , io non li ho mai visti.
Di questo inserito posso però dirti che manca di certo il soggolo in pelle come invece dalla foto si vede e per il SottoTenente in foto , beh essendo come peraltro anche il casco suo, nel caso fosse giusta la tua idea di casco , allora ci troviamo di fronte all'ennesimo " quasi sempre". Aggiungo ma pensando ai berretti 909 che spesso si sono visti Ufficiali con berretti da truppa per maggiore mimetismo.
Un giorno il mentore V.G. mi disse " ...chissà se pensiamo che alla fine li si stava in battaglia ogni giorno...e forse tutte queste disposizioni fondamentali per noi oggi, per loro erano relative. La pellaccia era la priorità".
Prendendo il ragionamento più che logico, vero anche che su qualcosa bisognerà pur basare le nostre ricerche ed i regolamenti sono fondamentali senza dimenticare però l'apporto fotografico.

Un saluto:tu1: