PDA

Visualizza la versione completa : Un errore di lettura


LANDSTURM
01-08-2010, 22.39.37
Tra 25 e 26 maggio 1916 il battaglione alpini Feltre (7░ reggimento), comandato dall'allora maggiore Ugo Bosio, si trov˛ impegnato sui monti a nord della Valsugana in un'azione di contenimento della spinta offensiva austriaca nel contesto della "offensiva di primavera" (o Strafexpedition. Quest'ultima, a settentrione del Brenta, aveva fino ad allora assunto l'aspetto di un'azione quasi escusivamente dimostrativa mirante a trattenere in loco forze che avrebbero potuto altrimenti venire impiegate pi¨ utilmente altrove.
Verso le 3.00 del mattino del 26 maggio il Feltre dovette contrattaccare alla baionetta la selletta del Dogo ed il cocuzzolo di Monte Cima (2032 mt IGM) a nord del villaggio di Samone, occupati poco prima di sorpresa da quattro compagnie di giovani reclute ungheresi del battaglione II/101░ che avevano lý travolto una compagnia di regie guardie di finanza e un paio di compagnie del battaglione Monrosa. Favorito dall'erroneo bombardamento delle linee italiane, giÓ occupate dagli austriaci, ad opera delle artiglierie KuK che credevano di preparare l'assalto in realtÓ giÓ verificatosi, il contrattacco del Feltre ebbe successo e l'avversario venne respinto con gravi perdite. Mentre gli italiani dovettero lamentare complessivamente un'ottantina di morti, il battaglione II/101░ nel pomeriggio del 26 maggio in un rapporto al comando della 2¬ Gebirgsbrigade dichiarava la perdita complessiva di 356 uomini, tra i quali 5 ufficiali. Gli italiani raccolsero sul terreno dello scontro 171 cadaveri nemici e catturarono oltre 150 prigionieri.

LANDSTURM
01-08-2010, 22.46.23
Per gli italiani, la vittoria nella "battaglia d'arresto" di Monte Cima era il primo successo dopo una sfilza di rovesci iniziati il 15 maggio 1916 su tutte le linee del fronte trentino, e piovvero quindi le decorazioni. Anche alcuni ufficiali e soldati del Feltre vennero medagliati.
Breve inciso: il diploma di conferimento, solitamente vergato a mano nella parte da compilarsi con nome e cognome del "medagliando", motivazione, localitÓ e data dell'episodio rilevante ai fini della decorazione, era quasi sempre scritto in corsivo e non in stampatello. Dal diploma di conferimento venivano poi tratte le informazioni da riportare a mezzo incisione sul metallo della decorazione. Ma l'incisore non aveva, di solito, la minima idea ne' conoscenza geografico/storica in relazione a luoghi ed eventi menzionati e doveva quindi affidarsi alla pura e semplice lettura del diploma di conferimento per procedere alla iscrizione della medaglia. Potevano quindi verificarsi errori nella lettura del testo in corsivo, e quindi delle informazioni trasferite sul metallo.

LANDSTURM
01-08-2010, 22.49.40
Ecco perchŔ nessuno, per quanto io ne abbia potuto sapere, degn˛ a suo tempo della minima attenzione la decorazione qui riportata:

LANDSTURM
01-08-2010, 22.50.25
dettagli

LANDSTURM
01-08-2010, 22.51.34
Dettaglio

LANDSTURM
01-08-2010, 22.53.33
Altra faccia

LANDSTURM
01-08-2010, 22.56.49
Dettaglio

LANDSTURM
01-08-2010, 23.02.45
Ultima: "MONTE CRINA"????????????? Che c...o di nome Ŕ? E dove Ŕ stata presa? La localitÓ non mi diceva alcunchŔ, fino a quando non notai la data: 26 maggio 1916. Mmmmhhh...., che mi ricordava qualcosa. Ed il nome .. quel tal Bosio Ugo ...

Ed allora mi sono chiesto: ma "Monte Cima" in corsivo, come sarÓ stato scritto? Forse cosý: "Monte Cima" ed allora ecco che la "i" (forse col puntino slittato in avanti ...) e la "m" scritte frettolosamente, a penna, in corsivo, forse erano potute divenire, agli occhi ormai arcistufi dell'incisore, una "r", una "i" ed una "n"!

Mi volevo persuadere del fatto:swg1:

LANDSTURM
01-08-2010, 23.04.08
Popi, ravanando per bene, Ŕ saltata fuori dai polverosi archivi pure la motivazione, che confermava la speranza!

davide987
02-08-2010, 11.01.43
complimenti per intuito e perseveranza!:tu1:

Ironcrown
02-08-2010, 14.24.30
Che storia curiosa!
ChissÓ se almeno l'insignito si accorse dell'errore.
:tu1:

LANDSTURM
02-08-2010, 21.43.33
Che storia curiosa!
ChissÓ se almeno l'insignito si accorse dell'errore.
:tu1:

Ne dubito assai: malfermo in salute e in condizioni economiche non proprio floride, dopo la guerra Bosio ebbe altro cui pensare che a far correggere l'iscrizione!
Che sicuramente non fu l'unica a venire letta etrascritta in maniera errata.:biggrin1:
LST
Magari in futuro poster˛ una medaglia con un altro errore simile., anch'esso spiegabile con una errata lettura del diploma.

francocrognol
07-08-2010, 21.11.10
Complimenti per la medaglia ed il documento!

ORTIGARA
23-08-2010, 17.34.38
io invece posseggo un'argento( o meglio tutto il medagliere e divisa completa m.34) di un allora capitano del 7░ che assieme ad un'altro capitano presero l'argento con la motivazione: trascinavano, con l'esempio,la propria compagnia ad un furioso assalto,in fliggendo gravissime perdite al nemico. - Monte Cima, 26 Maggio 1916

purtoppo non ho l'argento Zecca o Jonson ma diciamo la bella copia da tener sul medagagliere fattezza zecca.. il tutto vien da casa e probabilmente la "buona" Ŕ nel quadretto con motivazione che non ho trovato e che nessun sa dov'Ŕ cazz

LANDSTURM
17-09-2010, 23.31.47
Stasera hot tempo, quiindi propongo un'altra curiositÓ relativa al tema con il quale ho iniziato il thread.
Anni orsono mi pass˛ per le mani questa MBVM, che decor˛ il petto di un tipico (a giudicare dal nome:laughing1:) napoletano doc. L'ubicazione del fatto d'arme per il quale questa decorazione venne conferita non mi diceva inzialmente nulla, ne' era in grado chi me la procur˛ di delucidarmi in merito.
Ma per una vera botta di fortuna (e per il vantaggioso scambio che l'acquisizione comportava, lo ammetto :laughing1:) ebbi modo di tarttenere il cimelio in collezione. E quasi subito arriv˛ l'illluminazione :swg1:

LANDSTURM
17-09-2010, 23.33.15
Buona incisione, ma nulla di speciale.:rolley1:

LANDSTURM
17-09-2010, 23.35.33
Ma dove l'ha presa 'sto ter¨n 'sta medaglia? (non si offendano gli amici meridionali, Ŕ solo una battuta:tu1:).
"Palma di Carzana"????????????? EmbŔ????????

LANDSTURM
17-09-2010, 23.36.44
Il dettaglio :tu1:

LANDSTURM
17-09-2010, 23.52.30
La data aiuta: 17-18 settembre 1917.
In quella notte (tra le due date) ebbe luogo il tentativo di sfondamento italiano a Carzano, sul fronte della Valsugana: grazie ad un nucleo di una trentina di traditori (o patrioti, a seconda dei punti di vista,:swg1:) in maggioranza czechi ma coordinati da un tenente sloveno, gli italiani poterono irrompere dapprima negli avamposti austriaci in sinistra Maso (Castellare, Scurelle, Palua, Mentrate) e quindi in Carzano stessa (in destra Maso) ed oltre, a spese di un battaglione bosniaco (5░/Bh1) i cui componenti erano stati in parte proditoriamente drogati con oppio nelle bevande e nel rancio serale. Una penetrazione che per i locali comandi au apparve inizialmente raccapricciante: una maggiore decisione italiana avrebbe senza problemi mandato a catafascio quantomeno l'intera linea di fondovalle, costringendo probabilmente ad un arretramento verso Levico/Novaledo sulle posizioni del'15. ma l'incertezza e l'incompetenza con le quali la penetrazione iniziale venne gestita causarono un vero disastro dal quale scaturirono perdite austriache complessive per circa 250/300 uomini (in maggioranza prigionieri) mentre per le regie truppe, alla sera del 18, il bilancio era di circa 1300 perdite (oltre 500 caduti!) nella ristretta area circostante il villaggio di Carzano.
Il buon Gennarino faceva parte di una colonna d'attacco destinata a penetrare in una delle ridotte fortificate avanzate austriache in sinistra Maso, alla frazione ancora oggi denuminata "Pal¨a).
Tenendo conto del toponimo sopra riportato, del nome del villaggio (Carzano) dal quale l'episodio prese nome e di quanto giÓ scritto in precedenza e qui riportato in rosso a titolo di pro-memoria ("il diploma di conferimento, solitamente vergato a mano nella parte da compilarsi con nome e cognome del "medagliando", motivazione, localitÓ e data dell'episodio rilevante ai fini della decorazione, era quasi sempre scritto in corsivo e non in stampatello. Dal diploma di conferimento venivano poi tratte le informazioni da riportare a mezzo incisione sul metallo della decorazione. Ma l'incisore non aveva, di solito, la minima idea ne' conoscenza geografico/storica in relazione a luoghi ed eventi menzionati e doveva quindi affidarsi alla pura e semplice lettura del diploma di conferimento per procedere alla iscrizione della medaglia. Potevano quindi verificarsi errori nella lettura del testo in corsivo, e quindi delle informazioni trasferite sul metallo.) si spiega la trasformazione della localitÓ da "Pal¨a di Carzano" (ossia fraz. di Pal¨a presso il villaggio di Carzano) in "PALMA DI CARZANA" . Buonanotte:tu1:

mauro
20-09-2010, 15.43.47
oh ma capitano tutte a te? :laughing1:

LANDSTURM
20-09-2010, 15.50.23
:laughing1: 2 in 20 aa ci possono anche stare, no? Basta avere il c...o di intuire al volo l'inghippo o di raccogliere comunque il pezzo, nel dubbio ...!

mauro
20-09-2010, 16.00.21
si, anche perchŔ non sono localitÓ qualsiasi :evilgrin:

LANDSTURM
20-09-2010, 19.31.43
si, anche perchŔ non sono localitÓ qualsiasi :evilgrin:

Vorrei vedere chi avrebbe "circoscritto" il toponimo "Palma di Carzana" !!!!!!!!!!!!!!!!! Cereto che Monte Crina, con la data, era giÓ pi¨ facile:evilgrin:

valoremilitare
29-09-2010, 10.01.21
Intanto complimenti per le belle medaglie al Valore Militare e per la certosina ricerca effettuata.

Appena posso inserisco le mie con i relativi errori.

valoremilitare
22-11-2010, 19.27.06
Ho effettuato una lunga ricerca coronata dal reperimento della motivazione.
CAFIERO Gennaro, da Meta (Napoli), capitano fanteria
"Per l'attivitÓ, la calma e lo sprezzo del pericolo dimostrati nel portare ordini dal comando del reggimento a quello del battaglione impegnato nell'azione, su di un terreno scoperto e molto intensamente battuto da artiglieria e mitragliatrici nemiche"
Polma di Carzan (Val Sugana), 17-18 settembre 1917.

Come vedi l'errore Ŕ stato effettuato a monte, presumibilmente giÓ al momento della proposta della medaglia al Valore Militare.

LANDSTURM
22-11-2010, 21.34.10
Ho effettuato una lunga ricerca coronata dal reperimento della motivazione.
CAFIERO Gennaro, da Meta (Napoli), capitano fanteria
"Per l'attivitÓ, la calma e lo sprezzo del pericolo dimostrati nel portare ordini dal comando del reggimento a quello del battaglione impegnato nell'azione, su di un terreno scoperto e molto intensamente battuto da artiglieria e mitragliatrici nemiche"
Polma di Carzan (Val Sugana), 17-18 settembre 1917.

Come vedi l'errore Ŕ stato effettuato a monte, presumibilmente giÓ al momento della proposta della medaglia al Valore Militare.

Da "Polma di Carzan" a Palma di Carzana" !!:banghead1: A nessuno era balenata la possibilitÓ che fosse "Palua di Carzano":frown1: Del resto la localitrÓ Ŕ un insignificante agglomerato di 5-6 case arroccate su un colletto a 50 mt sopra Scurelle e con Carzano non ha nulla a che fare! Grazie della ricerca .:tu1:
Ma ora, caro Valoremilitare, aspettiamo, come promesso, le tue medaglie condite dei relativi errori! Altrimenti il thread si esaurisce! A presto, spero. LST