PDA

Visualizza la versione completa : La riposoto: Elmi KAKI


Armata Sarda
01-06-2007, 22.34.11
Certo di fare cosa gradita riposto questa bella foto che trovai su "Ali tricolori in Africa" del 1937 ritraente un fante in rientro dall'AOI.
La foto chiuse definitivamente la vecchia diatriba sugli interni kaki.

mirko
02-06-2007, 21.28.48
Bella foto, sì mi ricordo il tuo vecchio post, se non sbaglio eravate giunti alla conclusione che i caschi italiani con il sottovisiera kaki anzichè verde erano comunque bellici vero? Ciao. Mirko

Armata Sarda
02-06-2007, 21.31.58
Esatto e la foto lo ducmenta!

mauro
02-06-2007, 21.37.34
Un evergreen!!!
Sempre fantastica!
Grazie

reghena
02-06-2007, 21.56.00
Ok Btg VVFF, vediamo se riusciamo a ridare a questa discussione la stessa consistenza che aveva raggiunto sul precedente Forum e, magari ampliarla e approfondirla.

reghena
02-06-2007, 21.59.51
... dunque, il casco coloniale, come avete visto, è appartenuto ad un artigliere da campagna o divisionale come vedete nel fregio qui illustrato ...

reghena
02-06-2007, 22.06.04
... e questo esemplare ha l'interno cachi.

reghena
02-06-2007, 22.09.44
... anche se gli artiglieri non dovevano ostentare alcun ornamento, sul lato destro c'era la taschetta ...

reghena
02-06-2007, 22.12.16
... mentre quello sinistro ne era privo.

reghena
02-06-2007, 22.16.24
Questo invece è un casco coloniale con fregio di fanteria ...

reghena
02-06-2007, 22.20.25
... precisamente del 28° Reggimento della Divisione Pavia ...

reghena
02-06-2007, 22.25.13
... questo esemplare ha l'interno in tela verde ...

reghena
02-06-2007, 22.29.35
...anche il fanteria, ovviamente, è sguarnito di taschetta sul lato sx.

mauro
02-06-2007, 22.30.02
Come per altri post per ora ho solo queste foto....
- esterno di un kaky dentro, da notare come la tela si sottile rispetto al verde dentro

mauro
02-06-2007, 22.31.59
e mi fermo qui per non sovrapporre con un il particolare dello sfiatatoio cupolare di un kaky interno

reghena
02-06-2007, 22.33.29
Questo ha il fregio del Genio ...

reghena
02-06-2007, 22.37.26
Anche in questo caso l'interno è in tela verde ...

reghena
02-06-2007, 22.40.21
... e anche questo esemplare ha la taschetta.

reghena
02-06-2007, 22.47.15
Questo direi possa trattarsi di un casco coloniale peculiare anzi, di un "elmetto coloniale" come definito dal Regolamento: si tratta di un casco coloniale dei Granatieri di Savoia ...

reghena
02-06-2007, 22.51.02
Dico che è peculiare poichè il 10° e l'11° Reggimento Granatieri di Savoia furono costituiti in terra d'Africa e, il casco coloniale, era il loro precipuo copricapo. Ecco il primo piano del fregio !

reghena
02-06-2007, 22.58.19
Il casco, seppur integro, è ben vissuto. Tale caratteristica si nota soprattutto dall'interno: da quanto è stinto sembr cachi anche se, l'interno cupolare, evidenzia che si trattava di tela verde.

reghena
02-06-2007, 23.01.13
Questo casco non è un modello 35 bensì una delle tante versioni acquistabili privatamente. E' appartenuto ad uno dei "Mussoni boy's". Il nomignolo fu coniato per gli appena diciottenni del Reggimento Giovani Fascisti che si immolò a Bir El Gobi. I GG.FF. portavano il fez nero, copricapo emblema mutuato dalla M.V.S.N. visto che provenivano dalle formazioni giovanili del Partito e la loro uniforme era contraddistinta dalle mostrine (fiamme) a due punte con i colori dell'Urbe (giallo ocra e vermiglio ovvero, per meglio intenderci, i colori giallorossi "de a magggica Roma" calcistica) caricate dal fascetto G.I.L. o dalla stelletta. Il casco coloniale, che ormai serviva solo a riparare dal torrido sole africano, era ornato dal fregio di fanteria dell'81° Reggimento.

Armata Sarda
02-06-2007, 23.02.05
Grandissimo!!! Senti ma i miei pm ti arrivano?

reghena
02-06-2007, 23.24.02
Il casco illustrato appartenne ad un caposquadra istruttore proveniente dalle file dei Fasci Giovanili di Combattimento e transitato nella G.I.L. nel 1937, all'atto della sua istituzione. A prescindere dalla guasconeria che si dice contraddistinguesse gli appartenenti al Btg. GG.FF., ritengo che il proprietario di questo casco potè far il classico strappo alla regola visto che svolgeva il ruolo di addetto all'Ufficio Comando pertanto gli fu possibile acquistre privatamente il copricapo e, anzichè utilizzare il fregio della fanteria, vi cucì quellovecchio dei tempi dei Fasci Giovanili di Combattimento.

reghena
02-06-2007, 23.26.58
Questa versione del casco è privo della taschetta essendo di fattura civile.

reghena
02-06-2007, 23.30.54
L'interno, anzichè in tela di cotone, è realizzato in spessa e resistente (a meno che non si secchi) tela cerata anch'essa di colore verde.

reghena
02-06-2007, 23.35.13
In Africa, insieme a fanti, artiglieri, genieri, camicie nere e giovani fascisti c'erano anche gli uomini dell'Arma Azzurra. Piloti, specialisti ed avieri avevano anch'essi la peculiare tenuta coloniale e con essa il casco. Ecco il modello 35 da truppa per la Regia Aereonautica.

reghena
02-06-2007, 23.39.36
Anche per il casco coloniale, come per tutti i copricapi della Regia Aereonautica, il fregio per la truppa era in filo di rajon giallo su sottopannatura azzurra.

reghena
02-06-2007, 23.42.04
In questo esemplare ben conservato, l'interno è realizzato in tela di cotone verde.

reghena
02-06-2007, 23.44.27
Il casco per la Regia Aereonautica però, nè sul lato destro ...

reghena
02-06-2007, 23.48.34
... nè su quello sinistro è presente la taschetta. Si tratta di una caratteristica ricorrente anche se non esclusiva (in passato ne ho esaminati sia con taschetta sia senza) tale da far pensare che la Regia Aereonautiva avesse un diverso appalto di fornitura.

reghena
02-06-2007, 23.56.30
Ok amici, dopo l'escursione in colonia torniamo con i piedi per terra e le dita sul pc. Per questa sera mi fermo qui vista l'ora e per non inflazionare completamente questa discussione. Se Moderatori ed Amministratori sono d'accordo, vi inviterei a mntenere questa discussione ai caschi modello 35, magari anche con dissertazioni come il casco GG.FF. oppure con fregi particolari (ricordo pubblicato nella discussione del Forum precedente un casco 35 con fregio da ufficiale degli Autieri) ma comunque limitto ai caschi da truppa. Per quelli da ufficiale, particolari per tipologia, versione e tinta, potremmo dar vita ad un'altra discussione.
Per Btg. VV.FF.: se PM vuol dire e-mail private, allora si, mi sono arrivate ma non riesco a scansionare l'articolo (ho provato a fotografarlo ma viene una schifezza). Se vuoi posso fotocopiarti le pagine e spedirtele (anche a colori). Fammi sapere.
Cio a tutti. d.e.b.

mauro
03-06-2007, 00.09.54
Aggiungo allora questo dei chimici
Pelato ma ancora in buono stato.

mauro
03-06-2007, 00.22.13
Da notare le numerose scritte sparse sul casco

- Lago Ascianghi -

- è meglio i pidocchi di trincea che le pulci di città -

il solito:
- molti nemici molto onore -

e poi un :
- Torino -

mauro
03-06-2007, 00.23.09
.

mauro
03-06-2007, 00.24.04
..

mauro
03-06-2007, 00.24.58
...

reghena
08-02-2009, 08.44.26
Rispolvero questa discussione per un altro esemplare di casco coloniale.
Porta cucito il fregio in argentana dell'Arma Benemerita. ...

reghena
08-02-2009, 08.46.11
Lo stato di questo casco coloniale è di quelli che si può definire "al lumicino" ...

reghena
08-02-2009, 08.47.53
... il sughero interno è rotto in molteplici punti ...

reghena
08-02-2009, 08.50.10
... l'interno, in tela verde, è privo dell'alluda pur conservando ancora i dischi distanziatori di sughero ...

reghena
08-02-2009, 08.51.49
... il fregio con la coccarda tricolore ...

reghena
08-02-2009, 08.53.36
... il fregio presenta una ossidatura sulla parte destra ...

reghena
08-02-2009, 08.55.36
... la parte bassa del fregio ...

reghena
08-02-2009, 08.57.59
... la parte alta dove, il rinvenitore ha avuto la malsana idea di dargli un punto di fissaggio perchè logoro (?) ...

reghena
08-02-2009, 09.02.33
Se siete riusciti ad osservare tutte le foto senza vomitare, avrete notato il logoramento del tessuto della coccarda nei punti di fissaggio e in quelli di contatto.
Lo stato generale, decisamente "guardare ma non toccare" (ad ogni delicata e leggera disamina fuoriusciva un nuovo pezzo di sughero rotto) rendono senza dubbio la sua originalità (il costo d'acquisto non avrebbe giustificato neanche la coccarda tantomeno il casco o il fregio).
d.e.b.