PDA

Visualizza la versione completa : Casco Da Pilota Austriaco 1 G.m.


zerias
31-07-2007, 16.23.17
Casco Da Pilota Au Questo Dorebbe Essere Il Regolamentare Ma Poi Hanno Adoperato Quello Che Volevano La Maggior Parte Si Vedono Con Cuffie, Adoperate Poi Anche Per Le Automobili

zerias
31-07-2007, 16.24.26
Lato SI NOTINO I SALSICIOTTI PARA ORECCHIE

zerias
31-07-2007, 16.26.25
Particolare

zerias
31-07-2007, 16.27.30
Sssss

zerias
31-07-2007, 16.29.01
Interno è Uguale Al Pikelhaube Gendarmeria O Interno Pompieri LA VISIERA E 'VERDE COME ALTRI CAPPELLI AUSTRIACI SALUTI SERGIO

305
31-07-2007, 17.28.37
Belissimo Sergio, sentivo gia la tua mancanza. :tu1: sapevo che tra tutti tuoi stupendi copricapi AU non poteva mancare anche quello da pilota. :panda1:

Pik As
31-07-2007, 17.55.53
Ciao, Zerias! Chissa' quali altre chicche nascondi nell'antro magico della tua collezione!

Bellissimo copricapo, che in effetti non conoscevo. Mi limitero' quindi ad un'analisi comparativa, con quelli che sono i dati in mio possesso.
Ci troviamo davanti al progenitore di tutti i caschi da volo. Non conoscevo, dicevamo, il modello in dotazione agli aviatori di Cecco Beppe, pensavo avessero fatto uso del tipo del quale si sono protetti gli equipaggi Tedeschi, molto simile anch'esso al tipo 'nostrano', ma con una sorta di 'cimiero' che si incrociava sulla sommita' della calotta.
E' bellissima l'aura che porta con se, evocatrice di temerari piloti, solcatori di cieli ostili, che erano divisi tra loro e l'abisso soltanto da pochi lembi di tela e centine di legno.
E' curioso di come assomigli al nostro 'modello Roold' di cui tanto uso hanno fatto i nostri equipaggi. Sono pochi, infatti, i particolari che lo differenziano da esso; non tanto il colore, in quanto e' possibile imbattersi in Roold dalla tela cerata marrone fin quasi al testa di moro o nero, ma quanto certi accorgimenti costruttivi. Del 'nostro' mantiene la forma a 'vaso' capovolto, svasato nella parte bassa, la visiera inclinata, le lunghe orecchie, con le asole per favorirne l'acustica. Per contro, il materiale del quale e' ricoperto differisce notevolmente, essendo pellame in loco di tela carata e l'imbottitura, come giustamente notato dallo stesso proprietario, ricorderebbe quasi quella dell'elmetto d'acciaio.

Grazie di averlo condiviso con noi!

Pik as

kleiner pal
31-07-2007, 19.45.31
Istruzioni per il volo per l'equipaggio di un Brandenburg C1 austro-ungarico

kleiner pal
31-07-2007, 19.46.45
I copricapo sono praticamente tutti diversi tra loro.

kleiner pal
31-07-2007, 19.47.42
Cuffie e elmi insieme

zerias
31-07-2007, 19.50.31
Cuffie e elmi insieme

bellissima foto grazie kleiner pal saluti sergio

zerias
31-07-2007, 19.51.42
Ciao, Zerias! Chissa' quali altre chicche nascondi nell'antro magico della tua collezione!

Bellissimo copricapo, che in effetti non conoscevo. Mi limitero' quindi ad un'analisi comparativa, con quelli che sono i dati in mio possesso.
Ci troviamo davanti al progenitore di tutti i caschi da volo. Non conoscevo, dicevamo, il modello in dotazione agli aviatori di Cecco Beppe, pensavo avessero fatto uso del tipo del quale si sono protetti gli equipaggi Tedeschi, molto simile anch'esso al tipo 'nostrano', ma con una sorta di 'cimiero' che si incrociava sulla sommita' della calotta.
E' bellissima l'aura che porta con se, evocatrice di temerari piloti, solcatori di cieli ostili, che erano divisi tra loro e l'abisso soltanto da pochi lembi di tela e centine di legno.
E' curioso di come assomigli al nostro 'modello Roold' di cui tanto uso hanno fatto i nostri equipaggi. Sono pochi, infatti, i particolari che lo differenziano da esso; non tanto il colore, in quanto e' possibile imbattersi in Roold dalla tela cerata marrone fin quasi al testa di moro o nero, ma quanto certi accorgimenti costruttivi. Del 'nostro' mantiene la forma a 'vaso' capovolto, svasato nella parte bassa, la visiera inclinata, le lunghe orecchie, con le asole per favorirne l'acustica. Per contro, il materiale del quale e' ricoperto differisce notevolmente, essendo pellame in loco di tela carata e l'imbottitura, come giustamente notato dallo stesso proprietario, ricorderebbe quasi quella dell'elmetto d'acciaio.

Grazie di averlo condiviso con noi!

Pik as

pik as sei veramente un poeta complimenti saluti sergio

zerias
31-07-2007, 19.55.42
Belissimo Sergio, sentivo gia la tua mancanza. :tu1: sapevo che tra tutti tuoi stupendi copricapi AU non poteva mancare anche quello da pilota. :panda1:

grazie 305 saluti sergio

Pik As
01-08-2007, 17.36.19
pik as sei veramente un poeta complimenti saluti sergio

Grazie di cuore, Zerias!

Pik as

leon1949
01-08-2007, 21.47.50
dev'essere il modello roold ? giusto? ciao leon

kaiserschuetze
02-08-2007, 00.31.49
dev'essere il modello roold ? giusto? ciao leon

hai qualche altra foto magari dell'interno?

Pik As
02-08-2007, 11.03.13
dev'essere il modello roold ? giusto? ciao leon

Canonicissimo Roold, in una delle molteplici varianti. Secondo alcune scuole di pensiero, gli 'orecchioni' a falde lunghe, che si allacciano sotto la gola li farebbero appartenere alle prime produzioni, collocando come 'tardi' quelli dalle 'orecchie' piu' corte ed un piccolo soggolo. Questo elmo mi sembra sia stato 'upgradato' da un soggolo di cuoio esterno, per garantirne la stabilita'. Il lavoro sembra molto vecchio e coevo per patina al resto dell'elmo. Il 'Baracca' (cosi' e' conosciuto, fra alcuni collezionisti) era prodotto secondo un modello in linea di massima 'codificato', ma con diverse varianti per ogni fabbricante. Le varianti riguardano, spesso, soltanto il colore della tela (che puo' essere marrone come quello postato, fino al testa di moro, quasi nero) e la costruzione delle 'orecchie', che possono essere piu' o meno lunghe e dalle diverse asole (metalliche o anelli ricoperti dello stesso tessuto cerato del copricapo). A volte alcuni equipaggi dotavano i loro caschi di un'imbottitura di pelliccia d'animale, il cui uso e' facilmente intuibile, che credo si debba esclusivamente all'iniziativa personale.

In ogni caso, bel esemplare!

Pik as

leon1949
03-08-2007, 12.21.30
prima di partire posto foto

ciao e buone ferie a tutti fausto

leon1949
03-08-2007, 12.22.19
b

leon1949
03-08-2007, 12.23.06
c

Pik As
03-08-2007, 12.48.58
Ciao!
Bellissimo casco e bellissima etichetta! Potresti postare una foto chiara della stessa? Mi sembra di leggere proprio il nome del fabbricante col cui nome e' diventato noto l'oggetto, giusto?
Grazie, Pik

Millelire
04-08-2007, 10.16.35
Bellissimo Roold, complimenti!

Pik As perchè non posti le immagini del tuo? Ricordo che era vicino alla perfezione!
Quelli fabbricati in Italia sono tutti privi di marchi della ditta costruttrice? Ho visto che in alcuni, sul cuoio del marocchino, vi è il marchio "Casque Protecteur - Brevetè Roold S.G.D.G." si tratterà di quelli costruiti su licenza?
Sarebbe interessante sviluppare un topic sui caschi Roold ma forse sarebbe meglio iniziare un nuovo topic (spostando le immagini dela casco di leon) nella stanza della Regia Aeronautica o, meglio ancora, visto che all'epoca dei Roold questa ancora non esisteva, nella stanza WW1?
Decidano gli esperti ed i moderatori (Pik As...), io attendo di sapere...

Saluti
Millelire

Elmar Lang
04-08-2007, 16.38.41
...ho scoperto l'acqua calda o le "rosette" d'aerazione applicate ai paraorecchi sono le stesse che si vedono al sommo dei caschi coloniali, alle quali va' poi avvitato il "cupolino"?

E.L.

Millelire
05-08-2007, 09.32.17
Mà, direi che le "crocette" montate sui Roold sembrano molto più robuste e di diametro maggiore ma la somiglianza esiste.
Vorrei porre un quesito però relativamente all'impiego dei caschi Roold (Pik Assssss!!!! Lafitteeeeee) in situazioni differenti da quelle prettamente aeronautiche. Visto però che la discussione forse sta definendosi su questo copricapo, lo farò nella stanza della militaria italiana ww1.
Mi trovate lì...

Ciao Millelire

mirko
14-08-2007, 19.28.02
wuao!!!!!!!! mitico pezzo!!!!!!!!

Millelire
14-08-2007, 22.24.32
Ciao Mirko, se ti interessato i caschi Roold, puoi visionare questo mio topic:
http://www.blitzkriegmilitaria-forum.com/showthread.php?t=1297

Ciao
Millelire

Mafulu
08-10-2011, 17.55.59
E di questo che ne pensate ??? grazie.

Mafulu
08-10-2011, 17.57.03
Ecco l' interno...........

kaiserschuetze
08-10-2011, 19.41.59
E di questo che ne pensate ??? grazie.

Foto meno microscopiche?
Dettaglio del timbro? (che comunque visto così non è che mi entusiasmi particolarmente...) :tu1:

Mafulu
08-10-2011, 20.10.53
Foto meno microscopiche?
Dettaglio del timbro? (che comunque visto così non è che mi entusiasmi particolarmente...) :tu1:


E' un pezzo in vendita su un sito notissimo per le sue aste.....

Mafulu
09-10-2011, 08.27.44
http://www.austro-hungarian-army.co.uk/lft.htm

da questo sito potete risalire a parecchie informazioni.....

Mito Vivente
11-10-2011, 16.26.30
E di questo che ne pensate ??? grazie.

Non entusiasma neanche me. Sembra addirittura una repro :huh2:

Emanuel
06-01-2012, 11.21.44
Posto le foto di un casco analogo in possesso ad un mio amico.

Emanuel
06-01-2012, 11.22.40
altra foto di lato

Emanuel
06-01-2012, 11.23.25
L'interno

Emanuel
06-01-2012, 11.24.14
Primo piano dell'etichetta interna

Emanuel
06-01-2012, 11.30.13
Frontale. Sull'etichetta si legge "guerra 15-18 casco di aviatore austriaco rinvenuto nell'apparecchio abbattutto da me o comunque" il resto del testo è illeggibile.

zizzi1
06-01-2012, 12.42.20
bello ed ha pure una sua storia:tu1:

Emanuel
06-01-2012, 22.06.12
Ecco la frase completa
"Guerra 15 - 18 Casco d'aviatore austriaco rinvenuto nell'apparecchio abbattuto da me o comunque dalla mia squadriglia pr. monte rosso"